ARTE E AMORE: PUCCINI ALL’ARENA DI VERONA

L’antologia monografica dell’Arena di Verona si è conclusa con una serata dedicata a Giacomo Puccini, il secondo uomo di punta dell’Arena dopo Verdi. Turandot è diventata negli anni uno dei capisaldi del repertorio areniano, tale da essere considerata alla stregua di Aida, anzi probabilmente è ideale per questi spazi, grazie alla sua grandiosa architettura musicale….

“GUARDA, VERONA È D’ORO…”: GIANNI SCHICCHI ALL’ARENA

Gianni Schicchi è la summa del genere della commedia, non intesa volgarmente come atta a suscitare ilarità (si sa, il riso è sulla bocca degli stolti), ma come raffinato intreccio di arguzia e furberia. È forse l’opera di Puccini che si allontana più di tutte dal melodramma per avvicinarsi più che mai al teatro di…

ROSSINI SPLENDE NEL CIELO DELL’ARENA

Spesso l’Arena di Verona viene accostata a Verdi, il compositore che ha rappresentato l’alba del festival lirico nel 1913 con la sua Aida. In realtà l’Arena e Rossini hanno anch’essi un rapporto felice e duraturo. E’ il 1822 e a Verona si svolge il Consiglio dei Grandi, dove sono presenti tra gli altri l’imperatore d’Austria…

IL BAROCCO VENETO SI FA KOLOSSAL

Il barocco approda a Verona, all’Arena, il luogo dove l’opera e la musica si fanno kolossal, ed è successo di pubblico, in una serata chiosata da infiniti bis e da acclamazioni. Certo, è un barocco che perde la sua essenza originale per diventare anch’esso grandioso e pop. Protagonisti indiscussi sono i compositori veneti del Barocco:…

VERDI – ARENA: ACCOPPIATA VINCENTE

Verdi e Arena, un’accoppiata vincente, un binomio che si ripete dal 1913 con successo continuo e perenne. Lo stesso successo che si è ripetuto la sera dell’8 agosto in occasione del Verdi Gala, serata di celebrazione del cigno di Busseto con il quartetto Francesco Meli – Eleonora Buratto – Luca Salsi – Daniel Oren, e…

TEATRO VERDI DI TRIESTE: DECIMO CONCERTO DELLA STAGIONE ESTIVA

Il Teatro Verdi, si congeda con la popolazione dopo la ripresa delle attività per la pausa estiva. La fondazione nei mesi estivi, ha costruito una vera e propria “stagione sinfonica 2.0” 10 concerti che hanno ben saputo metter in risalto le mille sfaccettature del teatro dove compagini interne si sono intersecate con nomi di prima…

MORTE E ESTASI: LA PASSIONE WAGNERIANA SI ACCENDE IN ARENA

L’Arena, il trionfo del “popolare”, il tempio dell’opera italiana, si ricongiunge all’autore più “popolare” del teatro musicale tedesco, Wagner, in una serata di accensioni e di estatici abbandoni. Le affinità con questo luogo e con il suo spirito essenziale vanno oltre la superficie della fama del compositore di Lipsia, ma vanno a pescare nell’interesse che…