“SCENDE LA PIOGGIA, MA CHE FA”: AIDA ALL’ARENA DI VERONA

La pioggia fa parte di quelle caratteristiche che rendono unica l’Arena di Verona: è il bello dello stare sotto il cielo, che crea ulteriore spettacolo, nello spettacolo. Incredibile vedere come il pubblico rimane seduto, applaude, facendo la “ola”, aspettando che il maltempo cessi e che lo spettacolo ricominci. Nelle ultime settimane il grande caldo, ha…

NOTTI MILANESI: ANDREA CHÉNIER ALLA SCALA

Che La Scala abbia scelto di aprire la stagione con questo Andrea Chénier rappresenta una doppia ragione di merito: primo, per la scelta del titolo. Opera splendida, troppo raramente compare sui palcoscenici mondiali. Partitura rappresentativa al massimo di quello stile ancora ibrido fra un romanticismo crepuscolare e il tentativo musicale verista, melodrammatica nel senso più…

NOTTI MILANESI:FALSTAFF ALLA SCALA

Si dice spesso che Guglielmo Tell e Falstaff sono i due capi dell’Ottocento musicale italiano: Rossini lo apriva e Verdi lo aveva chiuso. Forse è riduttivo vedere in quest’opera un last one : l’ultima opera di Verdi, l’ultima opera del vecchio mondo melodrammatico. Naturalmente invece Falstaff è incredibilmente proiettato verso il futuro, è una proposta…

NOTTI MILANESI: MADAMA BUTTERFLY ALLA SCALA

Madama Butterfly ha occorrenze davvero sporadiche nella cronologia scaligera del secondo dopoguerra, e in generale il teatro milanese ha sempre avuto un rapporto difficile con la partitura. La scelta della versione originale del 1904 pertanto ha sicuramente un valore simbolico, che è già stato da molti rilevato, di sanare questa relazione. Di filologia non si…

NOTTI MILANESI: FALSTAFF ALLA SCALA

L’allestimento di Falstaff firmato da Robert Carsen fu presentato alla Scala nel 2012, in una di quelle esecuzioni che porterò sempre nel cuore, dove tutta la meravigliosa macchina del teatro sembrava funzionare in modo perfetto. Difficile quindi, per questa ripresa, superare la prima messa in scena; tuttavia, come generale impressione, mi pare si potesse osare…