FROM ROME WITH LOVE: UNA MESSA DA REQUIEM DA RICORDARE

La Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, eseguita per la prima volta nel maggio del 1874 nella Chiesa di San Marco a Milano in occasione dell’anniversario della morte di Alessandro Manzoni, è pervasa da una ricerca incessante di spiritualità, certe volte anche ansiosa, tanto che si riesce a percepire l’animo turbato di Verdi. Questa sensazione…

STAATSOPER UNTER DEN LINDEN: Les pêcheurs de perles

Sabato 21 aprile alla Staatsoper Unter den Linden, uno dei teatri lirici più importanti del panorama berlinese, andava in scena la ripresa de “Les pêcheurs de perles” di Georges Bizet. Questa bellissima opera inaugura un periodo ricco di recensioni dai teatri berlinesi e ci permette di sperimentare dal vivo l’opera lirica in Germania. “Les pêcheurs…

IL LOGGIONE EMILIANO: LA BOHÈME AL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

Meritato tripudio al Comunale di Bologna per il capolavoro Pucciniano nella nuova produzione Mariotti-Vick che apre la Stagione 2018. E’ un successo largo e meritato quello che “La Bohème” di Giacomo Puccini raccoglie nel teatro felsineo in questo inizio di Stagione che vede l’affermarsi di un cast eccellente e di uno spettacolo nel complesso ben…

2017: la TOP TEN di IeriOggiDomaniOpera!

Partendo dal presupposto che la serata perfetta non esiste, abbiamo cercato di raggruppare qui delle serate recensite da noi, che avevano qualcosa di speciale, un elemento o più che ci hanno reso la serata piacevole e degna di essere ricordata: può essere una regia, una direzione o un’interpretazione. Non è una classifica, ma un modo per…

Teatro La Fenice di Venezia: Lucia di Lammermoor

“Lucia di Lammermoor ” è uno di quei titoli che si presta a mille letture e anche di più. Alcune volte viene modernizzata in maniera eccessiva, pensiamo allo spettacolo di Barbara Wysocka per la Bayerische Stastsoper, ambientato negli USA dell’era Kennedy o lo spettacolo di Guy Joosten per la Monnaie di Bruxelles. Altre volte si cade…

NOTTI MILANESI:FALSTAFF ALLA SCALA

Si dice spesso che Guglielmo Tell e Falstaff sono i due capi dell’Ottocento musicale italiano: Rossini lo apriva e Verdi lo aveva chiuso. Forse è riduttivo vedere in quest’opera un last one : l’ultima opera di Verdi, l’ultima opera del vecchio mondo melodrammatico. Naturalmente invece Falstaff è incredibilmente proiettato verso il futuro, è una proposta…