NOTTI MILANESI: LA TRAVIATA ALLA SCALA

Una pioggia di fiori e coriandoli da parte di una sala festante hanno coronato la quarta recita di Traviata, sicuramente uno dei risultati più alti sotto il profilo tecnico che si siano sentiti in Scala. Debuttava e contemporaneamente dava l’addio al ruolo alla Scala (prima di abbandonarlo definitivamente a Parigi nella prossima stagione), Anna Netrebko…

NOTTI MILANESI: DON CARLO ALLA SCALA

Prima di raccontare quanto ho ascoltato e visto il 29 Gennaio scorso, mi sia concesso di spiegare brevemente le ragioni di una preferenza meramente personale. Chi non voglia leggere l’ennesima opinione sulle versioni di Don Carlo può tranquillamente saltare questo passaggio. Credo che questa versione in cinque atti “stile opera italiana” sia quella tutto sommato…

Theatre Antique Choregies d’Orange: LA TRAVIATA

Sicuramente non c’è nessuno che almeno una volta nella vita non abbia sentito le sublimi note del “Brindisi” o non abbia mai desiderato incontrare un uomo come Alfredo Germont…. La Traviata è forse una delle opere, se non la più famosa, del maestro Giuseppe Verdi, che è sempre riuscita a far sognare intere generazioni di…

NOTTI MILANESI: I DUE FOSCARI ALLA SCALA

Faccio mio uno stimolante spunto tratto dal programma di sala che qualche giorno fa sfogliavo: I due Foscari è l’opera del declino. In scena si assiste alla decadenza pubblica di Venezia, che corre in parallelo alla sconfitta privata del suo governatore. Il continuo trapasso fra queste due dimensioni, non è il caso di ricordarlo, caratterizza…

Concerto VeronaLirica (6 febbraio 2016)

Il 6 febbraio, (eccezionalmente di sabato), si è svolto il concerto mensile dell’associazione musicale VeronaLirica che aveva come fine quello di assegnare il premio annuale al tenore Francesco Meli. Al pianoforte abbiamo ritrovato l’intatta eleganza e sapienza musicale di Patrizia Quarta, eccezionale nell’accompagnare il canto e nel risultare sempre pienamente nello stile. Francesco Landolfi sostituiva…

NOTTI MILANESI: GIOVANNA D’ARCO ALLA SCALA

Possiamo sicuramente affermare che questo titolo scelto per inaugurare la nuova stagione d’Opera della Scala è il primo progetto filologico serio che il teatro abbia perseguito dopo svariati anni. Si è trattato di un’impresa coraggiosa e giusta: riportare in scena un’opera davvero rara (anche se oggi questo termine potrebbe, con mio grave sconforto, essere assegnato…