LE CENTO TRAPPOLE DI ROSINA

Grassotta, magrotta (a seconda dei casi), genialotta: è questo il ritratto che Cesare Sterbini fa di Rosina. Come non si fa a innamorarsi di lei? Dolce, tenera, ma piena di verve e di grinta. Certo conquistare Rosina per il povero Conte Almaviva è abbastanza complicato, così com’è complicato per noi, pubblico e studiosi della vocalità,…

INTERVISTA A PAOLO BAIOCCO

Architetto, scenografo, costumista e regista, oltre che autore di oltre 30 testi teatrali: Paolo Baiocco è una delle figure più interessanti del teatro italiano grazie alla sua immensa esperienza nei più disparati campi del mondo dello spettacolo, dalla Tv, al cinema, fino al teatro di prosa e al teatro musicale. Il suo legame con il…

SOTTO IL SEGNO DELLA CALLAS

Odiata, amata, disprezzata, venerata: Maria Callas ha creato nel mondo dell’opera una frattura, rivoluzionando l’intero modo di intendere la lirica. E’ stata per alcuni versi la prima cantante moderna, quella che ha traghettato l’opera nell’era dell’immagine e della tecnologia. La Callas è stata l’unica vera artista (con Caruso) a portare l’opera al di fuori del…

MARIA CALLAS, OVVERO NORMA

Dopo 40 anni dalla morte di Maria Callas, non è possibile renderle omaggio degnamente , senza passare per uno dei suoi cavalli di battaglia, Norma. Ma, per capire il legame intrinseco fra un’artista immensa e questo ruolo, è bene mettere in chiaro che: Norma non è un ruolo, non è un’opera, non è un melodramma….

“Ho da fare un dramma buffo”: Maria Callas come Donna Fiorilla

  Quasi in modo paradossale, Maria Callas ha intercettato la traiettoria della Rossini renaissance prima che questa nascesse; parlo del Turco in Italia, che registrò nel 1954 sotto la bacchetta di Gavazzeni. L’incisione precedette di qualche mese le recite scaligere dell’aprile 1955, nello spettacolo di Franco Zeffirelli. La proposta era delle più audaci: un compositore…

Au revoir Georges….

Quando un grande musicista viene a mancare è come se non se ne andasse veramente. Un dipinto si può rovinare, una scultura può annerirsi con il tempo o sgretolarsi. La musica no. Il suono dura in un tempo determinato, ma la musica rimane eterna ed eternatrice. Per questo i grandi artisti sono eterni, perché ciò…